Seguici su Visita il profilo di Secretary.it su Facebook
Visita il profilo di Secretary.it su Twitter
Visita il profilo di Secretary.it su YouTube
Visita il profilo di Secretary.it su Linkedin
il blog di Secretary.it

Professione

Fai conoscere Secretary alle tue amiche!


Invia

Controlliamo il controllore

Il controllo sull'attività lavorativa dei dipendenti


Controlliamo il controllore

 

Ogni giorno nella nostra attività lavorativa subiamo leciti controlli sul nostro operato, sull'esecuzione del nostro lavoro. Spesso tuttavia succede che alcune forme di controllo incidano pesantemente sulla nostra privacy, sulla nostra libertà di movimento, di esprimerci e manifestare il nostro pensiero.

 

Si pone allora il problema dei limiti al potere di controllo.

 

Nel nostro ordinamento il potere di controllo del datore di lavoro sull'attività dei dipendenti è ammessa come facoltà di verificare che il lavoro svolto del dipendente sia eseguito e portato a temine in maniera effettivamente conforme alle direttive impartite.

Si tratta di un potere a cui la legge ha posto dei limiti per evitare possibilità di abuso con conseguenti volazioni dei diritti dei lavoratori alla riservatezza, alla dignità personale, alla liberta di espressione e alla manifestazione del pensiero e di comunicazione.

Tali limiti dunque si ispirano a due fondamentali principi:

  1. un rigoroso divieto di controlli lesivi di diritti fondamentali inviolabili
  2. lo sfavore verso ogni tipo di controllo occulto sul presupposto che la vigilanza sul lavoro, sebbene necessaria all'organizzazione produttiva, deve essere mantenuta in una dimensione di rispetto umano.

 

Lo statuto dei lavoratori ha disciplinato le forme di controllo ammesse sui luoghi di lavoro:

  • dal controllo cosidetto "umano"che è quello sull'esatto adepimento della prestazione lavorativa
  • al controllo sui beni aziendali (attuato mediante guardie giurate, ad esempio)
  • a quello sulla persona (attuato mediante visite personali o accertamenti sanitari)
  • al controllo a distanza attraverso apparecchiature.

 

Su tale ultima forma di controllo si concentrano i maggiori dubbi e problematiche: il datore di lavoro non può utilizzare apparecchiature dirette al mero controllo, per esempio un softwere istallato al solo fine di controllare un dipendente; può invece utilizzare impianti che rispondano ad esigenze di sicurezza, della produzione e della organizzazione aziendale, ma l'istallazione di tali impianti deve essere preceduta da un'accordo con le organizzazioni sindacali che stabilisca i limiti e le modalità di funzionamento.

 

Non pochi problemi si pongono oggi in questo campo, nel quale la tecnologia mette ormai a disposizione strumenti informatici istallati a fini lavorativi, ma che potenzialmente consentono anche un controllo a distanza (vietato). Ad esempio l'istallazione un server di connessione ad internet (attivita consentita), che tiene nella sua memoria tutti i siti visitati e i dati dei collegamenti in rete fatti dai dipendenti consentendo al datore di lavoro di monitorare "a distanza"(attività vietata).

L'utilizzo a distanza è vietato, ma non quello che realizza un controllo cosidetto difensivo, così ad esempio "la commessa che sottrae del denaro dalla cassa nell'esercizio commerciale e viene ripresa dalle telecamere di sicurezza" non può invocare la violazione della privacy per l'utilizzo di un sistema di controllo inappropriato. Mentre al contrario il monitoraggio continuo della posta elettronica del dipendente sulla base della quale vengono applicate delle contestazioni disciplinari, non è consentito.

 

Insomma l'argomento è complesso, ma attenzione se vogliamo evitare il rischio che i luoghi di lavoro assomiglino a set del "grande Fratello"; nel nostro piccolo, "controlliamo il controllore".

 

 


  Rosanna Tedesco
Rosanna Tedesco

Da molti anni si occupa di diritto del lavoro, con particolare attenzione alle questioni che coinvolgono donne lavoratrici. 
 

L'avvocato risponde alle domande delle iscritte a Secretary.it. Scrivi a redazione@secretary.it

Partecipa alla nostra Community:

VOTA
VOTA
COMMENTA
COMMENTA
Stampa
STAMPA
VINCI
VINCI
CONDIVIDI
CONDIVIDI

Chiudi Entra in MySecretary

Inserisci Nome Utente e Password e entra nel portale


Secretary.it
Nome Utente


Password


Ricordami   |   Hai dimenticato la password?
Non sei ancora iscritto? Iscriviti.