Seguici su Visita il profilo di Secretary.it su Linkedin
Visita il profilo di Secretary.it su Facebook Visita il profilo di Secretary.it su Twitter
Visita il profilo di Secretary.it su YouTube
Instagram il blog di Secretary.it

Professione

Fai conoscere Secretary alle tue amiche!


Invia

Stress e benessere in azienda

Un massaggio al giorno toglie lo stress di torno 


Stress-e-benessere-in-azienda

 

Recentemente ho realizzato un breve intervento formativo sullo stress ed il benessere in azienda per un gruppo di assistenti commerciali (inside sales) che operano in una multinazionale con diverse sedi in Italia.

 

La valutazione effettuata nei primi mesi dell'anno non ha evidenziato alcun rischio di stress da lavoro correlato, tuttavia il direttore commerciale ha prestato più ascolto alle persone che ai dati dell'indagine e, in collaborazione con la responsabile del personale, ha organizzato un no-stress meeting per condividere problemi, soluzioni, per fornire qualche suggerimento per la gestione dello stress, ma anche per ringraziare le inside sales degli ottimi risultati raggiunti.

 

La riunione guidata dal direttore commerciale è stata già un antistress perché le inside sales hanno appreso alcune informazioni importanti e hanno definito insieme una procedura che faciliterà il loro lavoro.
Eppure ascoltando i vari interventi ho avuto la sensazione che la mole di lavoro non fosse la fonte principale dello stress in azienda. Le inside sales me l’hanno confermato durante il mio “corso” ed ho anche scoperto che l'open space, pensato per favorire la comunicazione e collaborazione, in realtà può essere fonte di stress a causa del sovrapporsi delle voci e delle suonerie (alcune davvero moleste) dei cellulari delle colleghe.

 

Tra le principali fonti di stress in azienda vi sono dunque le relazioni e spesso, quanto più deboli sono le competenze relazionali (ascolto, assertività, negoziazione...) di una persona, tanto maggiore è il rischio che si senta stressata. Inoltre le persone che fanno più fatica a gestire lo stress sono quelle che hanno un locus of control esterno, ovvero fanno dipendere il proprio stato emotivo dal mondo esterno. Se il capo, i colleghi, i clienti ci stressano faremo più fatica a trovare una via d’uscita dallo stress.

 

Il messaggio che ho cercato di trasmettere durante il corso è ben riassunto dal titolo del blog curato da Fabrizio Buratto: Io non mi faccio stressare!

Ecco cosa scrive Fabrizio: "Ho conosciuto lo stress del giornalista freelance sempre di corsa, costretto a mangiare un panino e via, a saltare da un treno a un aereo, spesso in cerca di contratti co.co.co., co.co.pro. o cu.cu.ru.cu.cu.paloma., dunque con l’ansia costante di rimanere senza lavoro fra un contratto e l’altro. Stress mentale, a cui va ad aggiungersi lo stress posturale quando le ore passate davanti al computer diventano troppe. E nelle redazioni giornalistiche e televisive, frequentate per lavoro, ho conosciuto molte persone che, come me, hanno subito i danni dello stress lavoro-correlato.
Per fortuna mi sono fermato prima di andare a sbattere, e grazie ai massaggi, fatti e ricevuti quasi ogni giorno, ora sto davvero bene. Quando qualcosa non va, il corpo ci manda messaggi inequivocabili: sono “stop”, “sensi vietati” grossi come una casa sulla nostra via. Se non li ascoltiamo, ci andiamo a schiantare. E allora ho preso un bel respiro, e poi d'un fiato, sottovoce, con calma: iononmifacciostressare."

 

Fabrizio Buratto è autore, insieme a Giovanni Leanti la Rosa di un bel libro: “Massaggio da ufficio”, di cui è possibile trovare una presentazione e qualche estratto sul sito www.stresslavorocorrelato.eu
Il metodo di massaggio che ho messo a punto - scrive Giovanni Leanti La Rosa - si fonda sull’ascolto continuo dell’altro, dunque non segue alcuno schema predefinito.
Le manipolazioni e le manovre possono risultare invasive, mentre le manualità sono meno profonde e non vengono subite dal massaggiato. E poi, a nessuno piace essere manipolato, né in senso metaforico, né in senso fisico".

 

Già sapevo che il massaggio abbassa il livello di cortisolo (l’ormone dello stress) ma Giovanni e Fabrizio suggeriscono un approccio più olistico che non ci spinge a cercare il benessere fuori dall’azienda ma in essa.
È un approccio che favorisce l’avvicinamento e l’ascolto tra colleghi. E a chi appare azzardata l’idea di massaggiare i colleghi, c’è anche l’automassaggio dove l’ascolto è rivolto a se stessi e ai preziosi segnali che provengono dal proprio corpo. Nel libro ci sono anche istruzioni e immagini per eseguire il massaggio e l’automassaggio d’ufficio. Sul sito puoi trovare foto che illustrano alcune tecniche.
Pensi che nella tua azienda potrebbe funzionare? Parliamone sulla community su Linkedin.

 

 

Helga Ogliari   Helga Ogliari
 

Formatrice e consulente di carriera certificata Success Insights 


www.lamiacarriera.it

Partecipa alla nostra Community:

VOTA
VOTA
COMMENTA
COMMENTA
Stampa
STAMPA
VINCI
VINCI
CONDIVIDI
CONDIVIDI

Chiudi Entra in MySecretary

Inserisci Nome Utente e Password e entra nel portale


Secretary.it
Nome Utente


Password


Ricordami   |   Hai dimenticato la password?
Non sei ancora iscritto? Iscriviti.