Seguici su Visita il profilo di Secretary.it su Linkedin
Visita il profilo di Secretary.it su Facebook Visita il profilo di Secretary.it su Twitter
Visita il profilo di Secretary.it su YouTube
Instagram il blog di Secretary.it

Professione

Fai conoscere Secretary alle tue amiche!


Invia

Gli ultimi articoli di
Lo psicologo per voi

 

 

 

Leggi anche:

 

Salute e benessere

 

Questione di stile 

 

 

Estate: istruzioni per l'uso II parte

Torna alla prima parte

 

Dedichiamo almeno 15 minuti al giorno ad attività di rilassamento fisico e mentale: mai ne abbiamo tempo durante il corso dell'anno! Leggere un libro, osservare a lungo un tramonto, ascoltare la "musica" del bosco o delle onde, osservare le nuvole che cambiano le loro figure, concentrarsi sulla propria respirazione e sentire i muscoli che si rilassano.

 

Nel periodo di vacanza, spesso come reazione ad un periodo di dieta ferreo, lasciamo andare in maniera eccessiva il controllo a tavola o nei locali: un efficace recupero non può esimersi da una dieta equilibrata e sana. Le indicazioni in merito non mancano, anche sul web, ma in particolare direi di tenere sotto controllo l'alcool a favore dell'acqua, i cibi ipercalorici e troppo elaborati e dare maggior spazio a frutta e verdura.

 

Maggior spazio possiamo dare alle relazioni interpersonali, altro aspetto sul quale il tempo non basta mai nella quotidianità. Permettiamoci un maggior scambio di opinioni e di esperienze con gli altri: togliamoci la perenne maschera sociale che dobbiamo indossare spesso sul lavoro, e proviamo ad apparire come davvero siamo, con naturalezza e spontaneità, una volta tanto. Spegniamo la TV e magari proviamo a scollarci dallo smartphone e da FB per sperimentare contatti umani veri e diretti, ai quali non siamo più abituati. Dedichiamoci maggiormente alle transazioni di coppia, in tutti i sensi, e al gioco con i bambini, per chi ne ha.

 

Per concludere, consiglierei particolare attenzione, ahimè, all'effetto rientro: prendetevi qualche giorno di "relax" per ammortizzare la ripresa delle attività. Una ripartenza troppo repentina, specialmente se si arriva da una vacanza lontana geograficamente e distante dalla consueta attività quotidiana, potrebbe risultare davvero spiazzante. Come potete lasciare il villaggio turistico la domenica pomeriggio e lunedì rivedere il vostro boss, al posto dell'animatore del club...? Meglio prendersi un fine settimana di pausa per un graduale rientro, vero?

 

Buone vacanze a tutte, care lettrici!

 

Torna alla prima parte

 

 


  dott. Marco Zerbinati
Marco Zerbinati

Psicologo di organizzazione e psicoterapeuta, si occupa da molti anni, parallelamente all'attività clinica, di consulenze in ambito aziendale. 

Partecipa alla nostra Community:

VOTA
VOTA
COMMENTA
COMMENTA
STAMPA
VINCI
VINCI
CONDIVIDI
CONDIVIDI

Chiudi Entra in MySecretary

Inserisci Nome Utente e Password e entra nel portale


Secretary.it
Nome Utente


Password


Ricordami   |   Hai dimenticato la password?
Non sei ancora iscritto? Iscriviti.